Tappa n.64 – Imola la rossa

Alla fine una breve sosta a Imola siamo riusciti a farla. Un po’ velocemente, solo per coglierne l’essenza e approfondire con più calma in un momento successivo. Per dare almeno uno sguardo alle imponenti mura che dai loro punti più elevati avevano permesso a Leonardo Da Vinci nel 1502 di tracciare la prima mappa “zenitale” della storia,  e cioè eseguita partendo da un punto centrale e sviluppata in ogni direzione, come se si trattasse dei raggi di un cerchio, necessaria per impostare l’ampliamento della roccaforte “alla franciosa”. Questo prezioso documento purtroppo non è conservato all’interno del Museo della Rocca, ma a Londra, alla Royal Library  del Castello di Winsdor.

Leonardo a quel tempo era ingegnere militare al soldo del Valentino, il Duca Cesare Borgia, all’apice della sua effimera fortuna politica. L’analisi approfondita dello stato delle fortificazioni della città era quantomai necessario perchè Imola doveva essere  – assieme a Cesena – la capitale della corte, vista la sua posizione baricentrica e strategica.  La rocca, così come venne ampliata durante il Rinascimento, è ancora oggi ben conservata, posizionata esattamente nel mezzo del fitto reticolo di vie del centro cittadino, visibile da qualsiasi punto si arrivi.

 

In tempi moderni Imola è diventata famosa in tutto il mondo grazie all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari, costruito negli anni 50. Più volte modificato per rispettare i sempre mutevoli standard imposti dalle Federazioni Internazionali di Motociclismo e Automobilismo è da sempre considerato uno dei più veloci d’Italia, oltre che il più originale visto che è l’unico in cui le corse si svolgono in senso antiorario.  Anche se da circa dieci anni non vi si svolgono più gare di Formula1, l’intera area continua ad essere il punto ideale per ospitare oltre ad eventi sportivi, anche grandi kermesse musicali e politiche che continuano ad attrarre decine di migliaia di persone provenienti da tutta la nazione.

Mariagrazia Innecco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...