Capperina è stata adottata dal Fiat Club 500 Italia

Oggi abbiamo avuto un bel regalo per le nostre nozze. Fiat 500 Club Italia, tramite il coordinamento di Agrigento, rappresentato dal suo presidente Dario ci ha donato la quota associativa per il 2016. “Siete entrati in una grande famiglia” ha subito esordito Dario, col suo sguardo pulito da vero appassionato. Ho firmato la mia tessera.Lo abbiamo aiutato ad apporre l’adesivo associativo sulla nostra 500. Era come vedere un bambino che montava il suo trenino. Questi appassionati sono, senza saperlo, gli unici educatori rimasti a costruire questo Paese. Ecco si, Dario è un costruttore di desideri,uno dei tanti che incontreremo nel nostro viaggio. Ne siamo certi.

Alessandro Ciulla

 

 

fiat club 500 italia 1 fiat club 500 italia 3 fiat club 500 italia 4 fiat club 500 italia 5 fiat club 500 italia 2

Capperina Turchina teme di avere troppo caldo…

Ultimo intervento sulla nostra 500 coll’applicazione di una mascherina salva calore, che permetterà di proteggere la targa e la carrozzeria dal riscaldamento eccessivo del motore. Un grazie va al sig. Carmelo, che ci ha offerto il montaggio di questo pezzo, e al suo sorriso col quale ci ha accolti dentro la sua officina. Stiamo incontrando tante belle persone sul nostro percorso, che ci stanno aiutando in questa gioiosamente folle avventura.

P.S. le temperature dei primi giorni saranno polari…. il rischio surriscaldamento lo vedo remoto!

Alessandro Ciulla

La Capperina Turchina

Eccola qui, la mitica.

E’ a lei che stiamo affidando il compito di accompagnarci lungo l’Italia.  Fino a un paio di mesi fa era così: una classica figlia dei fiori del 1971, simpatica, spensierata, tranquilla.

la Cappera com'era

Oggi è così.  (Questo è un rendering: gli specchietti li ha, state tranquilli) E’ stata dotata di pneumatici termici – e ce ne sarà bisogno – è stato rimesso a punto il riscaldamento, le abbiamo fatto un bel po’ di controllini e di prove su strada. Ha avuto qualche cedimento, ma secondo noi è l’emozione: ogni tanto si chiede se ce la farà a portare a termine l’impegno che si è presa. Non possiamo che augurarci di si, ma casomai non ci perderemo d’animo. Qui si tratta di vivere un’avventura, non di vincere una gara, e soprattutto di divertirci e divertire… se no non avremmo nemmeno iniziato!

Ah dimenticavo: per farla sentire “moderna” e al passo coi tempi l’abbiamo dotata di carica batteria e di GoPRO – una cinepresa interna che la fa assomigliare a un’astronave…..BOZZA FIAT 500_v2 singola

Capperina dall’estetista

Nuovo rientro ai box. Questa volta è arrivato il momento di riparare una vecchia lesione alla traversa. Franco non è un carrozziere, ma un attento devoto del suo lavoro. Ha sistemato con cura una tovaglia colorata sul motore per ripararlo. Poi, con la precisione di un chirurgo e l’amorevolezza di un appassionato ha curato la ferita alla nostra macchina. Ad un certo punto, però, è sparito dietro il suo garage. Non l’ho più visto sino a quando non è uscito con la piccola latta di colore della 500, che conserva da 3 anni con grande meticolosità. La 500 sta diventando una scheggia di bellezza che illumina tante persone spingendole ad atti di bellezza. Non posso non citare le parole di un’ elegante signora che qualche anno fa mi disse: “Mio padre ha insegnato a me e alle mie sorelle ad essere sempre eleganti non per noi stesse ma per rispetto degli altri”. La bellezza è una forma naturale di rispetto, che genere sempre un’azione gentile in chi la osserva.